Loading...

Cistite Emorragica: sintomi, cause e cura

cistite emorragicaQuando parliamo di cistite emorragica, ci riferiamo ad un processo di tipo infiammatorio (oppure infettivo) che causa l’espulsione di sangue in quantità rilevanti attraverso l’urina.

Si tratta di un problema che impareremo a conoscere nel corso di questo articolo, che abbiamo dedicato ai sintomi, alle manifestazioni, alle possibili cause e alle possibili cure di una delle patologie che più creano allarme tra chi ne viene colpito.

Vediamo insieme di saperne qualcosa di più.

Di cosa si tratta?

Si tratta di una patologia nella quale concorrono due elementi:

  • L’infiammazione o infezione della mucosa della vescica, che porta alla cistite;
  • La presenza di un’ematuria, che porta all’emorragia.

In genere la perdita di sangue segnala un danno all’epitelio di transizione tra la vescica e i vasi sanguigni che sottostanno.

Quali sono le cause?

Le cause possono essere diverse e raggruppate in:

  • Cause di carattere infettivo: in genere si tratta di infezioni batteriche, e molto più raramente infezioni di tipo virale o fungina. Spesso è l’Escherichia coli ad essere responsabile della cistite.
  • Cause di carattere non infettivo: conseguenza di radioterapia, oppure chemioterapia.

In altri casi possono essere fattori di rischio considerevoli anche:

  • Igiene intima non adeguata;
  • Malattie che debilitano il sistema immunitario;
  • Utilizzo di assorbenti interni;
  • Gonorrea;
  • Blenorrea;
  • Catetere urinario.

Si tratta dunque di un vasto insieme di possibili cause, che possono portare tutte alla cistite emorragica.

Quali sono i sintomi?

I sintomi che possono segnalare la presenza di questa particolare cistite sono:

  • Aumentato numero delle minzioni, soprattutto durante la notte;
  • Difficoltà nell’urinare;
  • Bruciore durante la minzione;
  • Brividi;
  • Freddo;
  • Urine con macchie di sangue.

Si tratta di sintomi che, fatta eccezione per il sanguinamento, sono comuni a tutti i tipi di cistite. Sarà dunque il sangue ad essere decisivo per la diagnosi.

La diagnosi accurata è di fondamentale importanza per individuare poi quella che è la terapia più corretta per lo specifico tipo di cistite.

Le possibili terapie

Per curare la cistite emorragica si interviene in genere con un complesso di strumenti, che servono a ristabilire nel più breve tempo possibile una condizione di normalità:

  • Antibiotici: ovviamente solo nel caso in cui si tratti di cistite da infezione batterica;
  • Antidolorifici e antispastici: che servono più che altro per contenere le manifestazioni più dolore della patologia;
  • Soluzione salina;
  • Irrigazione vescicale: si utilizzano lavande a base di sostanze emostatiche, che permettono di interrompere l’emorragia in corso.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons