Loading...

Come colorare i capelli senza rischi per la salute

Tinture non rischiose per la saluteLa tintura per capelli rappresenta un vero must per quelle persone che tengono particolarmente al loro aspetto estetico.

Utili? Certamente sì, ma sotto il punto di vista della salute, abbastanza pericolose.

Secondo alcuni studiosi, infatti, il rischio di cancro nelle donne che hanno utilizzato almeno una volta al mese questi prodotti per oltre 15 anni è 3,3 volte superiore rispetto a chi, invece, ha cominciato ad utilizzare le tinture da poco tempo.

Il legame tra l’utilizzo di questi prodotti e l’insorgenza di cancro è da ricercarsi principalmente nella presenza di sostanze in questi contenute che vanno ad indurre alterazioni del DNA ed a causare, così, delle importanti mutazioni geniche.

Ecco perché la cosa più saggia da fare in questi casi è cominciare a tingersi i capelli utilizzando solo ed esclusivamente prodotti naturali.

Vediamo insieme, dunque, come colorare i capelli senza alcun rischio per la salute.

Tinture vegetali

Il primo modo per tingere i capelli in maniera del tutto naturale ed evitare, quindi, di provocare danni alla salute consiste nell’utilizzare le tinture vegetali.

Oltre a non contenere ammoniaca e/o resorcinolo, queste tinture non andranno a provocare neppure particolari irritazioni alla pelle.

Tuttavia, esistono diversi svantaggi legati a questi prodotti: innanzitutto bisogna avere una certa praticità per riuscire a prepararli in casa e poi, come se non bastasse, gli ingredienti che servono per la loro preparazione non sono facilmente reperibili in giro.

Ma non è tutto. Utilizzando le tinture vegetali, inoltre, non sarà possibile passare da more a bionde, in quanto non dotate di effetti schiarenti.

Insomma, come avrete potuto notare le difficoltà che incontrerete utilizzando questa particolare tipologia di tinture sono tante.

Sta solo a voi scegliere se affrontarle o se utilizzare prodotti aggressivi che andranno ad irritare il cuoio capelluto e, a lungo andare, a provocarvi danni irreparabili alla salute.

Henné

Naturalmente le tinture vegetali non rappresentano l’unica possibilità di cui si dispone.

Anche l‘henné costituisce un’alternativa valida per la colorazione dei capelli.

Tant’è vero che questo prodotto veniva utilizzato fin dall’antichità non solo per tingere i capelli, ma anche per fare i tatuaggi e/o per curare particolari tipologie di capelli.

La cosa positiva dell’henné è che riesce a donare colorazioni di tutti i tipi: lawsonia inermis, ad esempio, è il nome della pianta che fornisce ai capelli un colore rosso naturale, mentre la cassia oboovata è un henné che non colora i capelli, ma li nutre fin dalla radice.

L’indigofera tinctoria, infine, serve per andare a scurire i capelli.

Alcune persone, per donare riflessi ai capelli biondi, aggiungono all’henné un pò di camomilla, mentre chi desidera avere un castano cioccolato suole aggiungerci un pò di mallo di noce.

Come si utilizza l’henné?

Utilizzare l’henné non è complicato. Se volete sapere come fare per prepararlo correttamente, seguite i passaggi che vi riporteremo quì sotto.

  1. Versate l’henné in un recipiente di vetro ed aggiungete del succo di limone.
  2. In alternativa potete utilizzare anche dell’aceto di vino bianco o anche un vasetto di yogurt bianco.
  3. Coprite il recipiente con della pellicola trasparente e lasciate fermentare l’henné per una notte intera.
  4. Trascorse le ore notturne, provvedete ad ungere di olio di oliva le zone inerenti al collo, alla fronte ed alle orecchie, per evitare di macchiarle di henné.
  5. Indossate successivamente dei guanti ed applicate il prodotto sui capelli umidi puliti, dalla loro radice fino alle punte, proprio come se vi steste facendo una normale tintura.
  6. Avvolgete tutti i capelli nella pellicola trasparente da cucina e lasciate agire il prodotto da un’ora a cinque ore, a seconda dell’intensità del colore che desiderate ottenere.
  7. Risciacquate successivamente con abbondante acqua e lavate i capelli normalmente con dello shampoo.
  8. Ripetete l’operazione ogni 3-4 settimane.

Rimedi della nonna

Oltre all’henné ed alle tinture vegetali, potete anche provare a mettere in pratica degli efficacissimi rimedi della nonna.

Vediamo insieme quali sono.

Caffè

Per tingere i capelli di un colore più scuro, provate ad utilizzare il caffè.

Preparatelo nella moka normalmente e fate in modo che il caffè sia molto carico ed intenso, dopodiché lasciatelo raffreddare per bene.

Applicatelo successivamente sui capelli bagnati e lasciatelo agire per una mezz’oretta.

Risciacquateli successivamente e, nel caso in cui vogliate ottenere un colore più scuro, ripetete l’operazione nuovamente.

Lavate i capelli normalmente con dello shampoo ed è fatta.

Chiodi di garofano

Per capelli già scuri di base, invece, provate a preparare una tisana con i chiodi di garofano. Lasciate bollire la soluzione per 20 minuti, dopodiché fatela raffreddare ed utilizzatela come se fosse una vera e propria tintura.

Zenzero

Per ottenere dei riflessi chiari, invece, provate ad utilizzare un infuso di zenzero oppure di camomilla.

Applicatelo normalmente sui capelli e ripetete l’operazione almeno una volta ogni 3 settimane.

Paprika

Per vivacizzare i capelli rossi oppure per donare a questi ultimi dei riflessi particolari, preparate una tisana con rosa canina, chiodi di garofano e paprika.

Lasciate bollire per 20 minuti, dopodiché fate raffreddare e filtratelo per evitare che le polveri della paprika vadano a depositarsi fra i capelli.

Tè nero

Oltre al caffè, per scurire i capelli potete anche utilizzare il tè nero.

Basterà metterlo in infusione in un litro d’acqua, far bollire tutto per mezz’ora e lasciare in infusione per 24 ore.

Filtrate successivamente l’acqua ed utilizzate l’infuso come se fosse una vera e propria tintura.

Cacao

Per coprire fastidiosi capelli bianchi, inoltre, potete provare ad utilizzare del cacao.

Mescolate fra loro 3 cucchiai di miele e 3 cucchiai di cacao fino a quando il composto non si sarà addensato per bene, dopodiché lasciatelo in posa sui capelli asciutti per un’oretta e risciacquateli con abbondante acqua.

Lavateli i capelli normalmente ed è fatta.

Limone

Se il vostro desiderio è quello di avere dei capelli biondi, invece, utilizzate del succo di limone.

Impregnate i capelli del succo ed esponeteli al sole.

Rimaneteci per 20/45 minuti se desiderate ottenere un biondo scuro, mentre se volete ottenere un biondo chiaro, rimaneteci per 1 o 3 ore, circa.

Trascorse queste ore, provedete a lavare bene i capelli, utilizzando anche del balsamo onde evitare questi si secchino per via dell’acidità limone.

Naturalmente non basterà una sola applicazione per riuscire ad ottenere il risultato da voi sperato.

Dovrete, infatti, ripetere l’operazione per più volte, fino a quando non riuscirete ad ottenere la tonalità che desiderate.

 

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons