Loading...

Fotofobia: cos’è, sintomi e cura

fotofobiaQuando parliamo di fotofobia, ci riferiamo in realtà a diverse condizioni mediche, che andremo ad esplorare nel corso di questo articolo.

La più comune e la più interessante per il suo prospetto medico è sicuramente quella che prevede dolore e fastidio fortissimi di fronte a luci intense, come possono essere quella del sole, quella di un flash fotografico o anche quella del riverbero sulla neve. Si tratta dunque di una patologia strettamente correlata agli occhi, che può interessare anche i nervi ottici e che in genere viene sofferta, nella maggioranza dei casi, da chi ha occhi di colore chiaro.

Le cause della fotofobia

Le cause della fotofobia sono in genere riconducibili a tre macro-categorie:

  • Congiuntiviti: sia di carattere batterico che di carattere virale. Tra le conseguenze più comuni di questo tipo, c’è proprio l’estrema fotosensibilità, che può trasformarsi, nei casi più estremi, in fotofobia.
  • Anche l’uveite può avere risvolti di questo tipo, che interessano perifericamente la cornea e che creano problemi piuttosto gravi di fotosensibilità e fotofobia.
  • Stesso discorso per la cheratite (di cui abbiamo parlato diffusamente in un altro articolo), dove un danno (permanente o temporaneo) alla cornea, può essere responsabile di questo tipo di disturbo.
  • In ultimo, anche l’utilizzo di lenti non adatte oppure anche un intervento laser contro la miopia possono trasformarsi in questa specifica patologia.

Quali sono i sintomi?

I sintomi della fotofobia sono piuttosto tipici. Siamo infatti davanti ad una patologia che causa estremo disturbo, se non dolore, quando siamo esposti a fonti di luce intensa. Potrebbe essere uno schermo particolarmente chiaro, oppure la luce solare, anche se non diretta. Fa anche piuttosto male il riverbero della luce solare sulla neve e sull’acqua di un lago o del mare.

Si tratta di una condizione che difficilmente viene accompagnata da altre patologie dell’occhio (ad esclusione di quelle che potrebbero causarla) e che si presenta in genere in entrambi gli occhi, soprattutto quando le sue cause sono di carattere infettivo o virale.

Come si cura?

Non esiste una cura specifica per la fotofobia. Bisogna che l’oculista rintracci quali sono state le cause che l’hanno scatenata, per andare a rimuovere il problema alla radice, piuttosto che offrire cure di tipo palliativo.

La fotofobia, a meno di danni permanenti alla cornea, può sicuramente essere curata senza troppi problemi, motivo per il quale vi invitiamo a recarvi da un oculista e a vivere la cosa senza eccessive preoccupazioni.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons