Loading...

Macchia rossa sul glande: le cause e le patologie associate

glandeLe macchie sul glande possono destare grandi preoccupazioni ed essere spia di numerose patologie. In questo articolo cercheremo di capire quali e quanti tipi di macchie esistono e a cosa possono essere associate. Le macchie rosse sul glande possono essere piaghe, papule, placche e persino ulcere. Le piaghe sono lesioni lievi, le papule sono dei noduli di dimensioni ridotte, le placche sono chiazze sporgenti e le ulcere sono lesioni gravi. Ognuno di questi problemi deve essere necessariamente controllato da un medico.

Macchie sul glande: le cause

Le macchie sul glande possono essere causate da malattie sessualmente trasmissibili, come:

  • Sifilide;
  • Herpes;
  • Ulcere veneree;
  • Clamidia;
  • Mollusco contagioso;
  • Verruche.

La sifilide si presenta con ulcere indolori sul glande o sullo scroto. L’herpes si presenta con vescicole rosse e fastidiose. Le ulcere veneree sono malattie che si possono contrarre in ambienti tropicali e appaiono con ulcere maleodoranti. La clamidia provoca infiammazione e arrossamento di pene e testicoli, ma spesso è asintomatica. Il mollusco contagioso porta alla comparsa di piccole papule rossastre sul pene e anche in altre parti del corpo.

Le verruche provocano escrescenze rosse sul pene e sono associate al virus dell’HPV. Attenzione a questo virus spesso rimane silente, ma se trascurato può portare ad alcune forme di cancro genitale sia nell’uomo che nella donna.

Le ulcere sul pene possono essere anche spia di un tumore, chiedete sempre al medico cosa fare in caso di ulcere. La diagnosi potrebbe salvarvi la vita. Le macchie sul glande possono essere anche delle afte che si presentano con ulcere di dimensioni ridotte dal colore rosso e grigio.

Altre macchie rosse sul pene possono essere associate al pemfigo che causa vescicole che possono portare alla formazione di ulcere. Anche la malattia di Behçet può creare macchie rosse e ulcerose sul pene.

Molto comuni sono anche le papule, ovvero piccole escrescenze rossastre che spesso non creano alcun problema, ma possono essere contagiose. Con l’avanzare dell’età possono diventare pericolose. Esistono anche papule denominate papule perlacee del pene che si sviluppano sulla corona del glande. Generalmente le papule possono essere rimosse da un medico specialista.

Anche la psoriasi può colpire il pene. Se soffrite di psoriasi, sapete che può colpire qualsiasi parte del corpo e il pene non ne è immune. La psoriasi sul pene è di solito squamosa e rossastra. Come è normale, va curata con pomate specifiche.

Se notate macchie rossastre o ulcere su pene, glande o scroto, consultate immediatamente un medico. Bando alla vergogna, una diagnosi precoce e una terapia adatta risolveranno quasi sicuramente i vostri problemi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons