Loading...

Prolattina alta nell’uomo – la guida completa

prolattina altaQuando si parla di prolattina, si pensa direttamente ad un tipo di ormone associato al solo corpo femminile, all’allattamento del neonato, al ciclo mestruale e alla gravidanza, ma non è esattamente così.

Valori alti di prolattina nel sangue possono essere associati a delle problematiche relative agli individui di sesso maschile e non sono, quindi, associabili solo al sesso femminile.

Nell’articolo di oggi vi parleremo di cosa significa riscontrare nelle analisi alti valori di prolattina e vi daremo le informazioni necessarie sulla sua presenza nel sangue.

Prolattina: di cosa si tratta

La prolattina è un ormone e viene prodotto dall’ipofisi. L’ipofisi è una piccola ghiandola che si trova alla base del cranio che è estremamente utile per il funzionamento del nostro corpo. La chimica definisce la prolattina più precisamente come una proteina. 

Visto che si tratta di un ormone tipicamente femminile, gli uomini si trovano in allarme quando si fa riferimento alla loro salute e si parla di alti valori di prolattina. L’ormone della prolattina non è utile solo a regolare il corpo della donna e, anche se la sua presenza nel corpo dell’uomo non è stata ancora perfettamente studiata, sappiamo che aiuta a regolare il comportamento sessuale, influenza il sistema immunitario e agisce sul metabolismo.

Prolattina e le patologie associate

Quando si riscontrano alti valori di prolattina nel sangue, si parla di iperprolattinemia, ovvero di un disturbo che causa un eccesso di prolattina nel sangue.

Nei soggetti di sesso maschile con una funzionalità dell’ipofisi ridotta è possibile anche che si evidenzino bassi valori di prolattina. In questo caso si parla di ipoprolattinemia o di prolattina bassa.

In caso di iperprolattinemia, bisogna preoccuparsi perché circa il 30% dei tumori pituitari aumenta la produzione della prolattina. Per fortuna i tumori pituitari sono spesso benigni e si eliminano con una semplice terapia farmacologica. Solo in alcuni casi gravi i pazienti vengono trattati chirurgicamente.

Una massa grande dovuta ad un tumore pituitario potrebbe causare:

  • Mal di testa;
  • Cecità,
  • Problemi alla vista.

Proprio in casi del genere è spesso necessario ricorrere alla chirurgia per eliminare il problema. La massa potrebbe compromettere per sempre la funzionalità degli occhi. Nel caso in cui la ghiandola debba essere rimossa, vengono spesso prescritti al paziente farmaci ormonali sostituitivi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons