Loading...

Si può andare al mare con la cistite?

cistiteLa cistite è un’infiammazione del tratto urinario che compare quando i batteri cattivi attaccano la vescica. Il batterio principale responsabile della cistite è l’Escherichia coli, che si trova naturalmente nelle feci.

La cistite è un’infezione piuttosto dolorosa, ma che si cura con facilità. Come tutte le infezioni non va trascurata. Spesso compare in estate e può creare non pochi problemi durante le vacanze, ma è possibile andare al mare con la cistite? In questo articolo vi daremo tutti i consigli necessari a capire se è consigliabile o meno andare al mare in presenza di una cistite.

Cistite: si può andare al mare?

Andare al mare con una cistite non è consigliabile. Trattandosi di un’infezione batterica è meglio non stressare la parte infetta tenendola a contatto prolungato con il costume bagnato o con ambienti non perfettamente igienici.

Il costume bagnato aiuta la proliferazione dei batteri e anche la sabbia e l’acqua di mare sono perfetti per veicolare ulteriori batteri. Inoltre nell’acqua di mare non pulita è spesso presente il batterio dell’Escherichia coli, principale responsabile della cistite. Anche il sudore e il calore aumentano la proliferazione dei batteri.

Sudando inoltre, aumenta la disidratazione. Disidratarsi è la cosa peggiore da fare in presenza di una cistite. A conti fatti conviene aspettare che l’infezione sia guarita prima di andare al mare con una cistite.

Come curarsi

Innanzitutto bisogna consultare un medico, per cui evitate il fai da te. In genere la terapia consiste nella somministrazione di antibiotici appositi. La cistite però si può prevenire e combattere anche con una dieta corretta e con l’idratazione frequente.

Si consiglia di consumare frutta e verdura, che sono ricche di vitamina C, un naturale acidificante dell’urina che agisce da antibatterico. Anche i mirtilli sono amici dell’apparato urinario.

Anche andare in bagno a svuotare la vescica ogni volta che il nostro corpo ce lo comanda è una buona abitudine. Svuotando la vescica si riduce il rischio di proliferazione di batteri. Si consiglia anche di lavarsi accuratamente dopo aver evacuato per evitare che le parti intime restino a contatto anche con piccoli residui di feci. È consigliabile tenere una corretta igiene intima, ma senza esagerare con i lavaggi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons