Loading...

Tendinite da smartphone: sintomi e cura

Passiamo gran parte del nostro tempo al cellulare. Questo perché ormai tramite smartphone è possibile fare quasi tutto, dalla lettura del giornale agli acquisti, dallo studio al pagamento di una bolletta.

Tuttavia l’uso eccessivo del dispositivo può causare alcuni problemi alla nostra salute. Uno di questi è la tendinite da smartphone, un disturbo molto simile a quello che si verifica per l’uso frequente del mouse.

Ad essere colpiti sono i tendini flessori ed estensori degli arti superiori. Si tratta di fasci di fibre che collegano i muscoli alle ossa permettendo, in questo caso, la mobilità delle dita delle mani.

Se i tendini vengono sollecitati in modo esagerato, come accade stando troppo tempo al cellulare, possono infiammarsi, causando quindi una tendinite. Diamo un’occhiata ai sintomi associati alla tendinite da smartphone e alle possibili cure.

Tendinite da smartphone: sintomi

La tendinite da smartphone è un’infiammazione che interessa i tendini degli arti superiori. Si verifica quando ripetiamo in modo eccessivo lo stesso movimento, sforzando una zona del corpo. In questo caso sono coinvolte le singole dita della mano ma anche il polso.

Tra i sintomi più frequenti vi è la sensazione di dolore in corrispondenza della zona interessata. Il dolore è acuto, emerge non appena si utilizza l’articolazione per poi scomparire poco a poco col cessare dei movimenti. La zona può anche apparire più gonfia e calda del normale.

Il dolore può essere accompagnato dalla difficoltà nel compiere movimenti delle dita. Inoltre le articolazioni potrebbero produrre dei piccoli rumori, come se scricchiolassero.

Tendinite da smartphone: cura

L’infiammazione è causata dallo stare troppo al cellulare. Per cui, tra le cure più indicate c’è senza dubbio la riduzione dell’utilizzo dello smartphone. Questo semplice rimedio favorisce il riposo delle articolazioni.

Se il dolore non dovesse risolversi da solo è consigliato recarsi da un medico per stabilire il da farsi. In base all’intensità dell’infiammazione e dei sintomi vengono prescritti farmaci antinfiammatori.

Questi possono essere applicati localmente, come le pomate, o assunti oralmente. In caso di dolore persistente potrebbero essere necessarie anche delle infiltrazioni di corticosteroidi.

Terminata la fase infiammatoria acuta, lo specialista potrebbe consigliare anche delle sedute di fisioterapia. L’esperto può facilitare il ripristino dei movimenti dell’articolazione tramite esercizi appositi.

Infine, può insegnare degli esercizi di stretching utili a prevenire ulteriori episodi di tendinite.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons