Loading...

Test allergico arachidi e frutta secca: la guida Completa

test frutta seccaQuando si parla di allergia alla frutta secca e agli arachidi, potrebbe crearsi un pò di confusione. Quali sono i frutti secchi che si possono mangiare? Quali, invece, quelli che non si possono mangiare? Come funziona un test allergico per questo tipo di allergia?

Oggi ci soffermeremo proprio su questo argomento, cercando di rispondere a tutte le domande che ci siamo sempre posti sull’allergia alla frutta a guscio, soffermandoci sui test allergici da fare per diagnosticarla.

Che cos’è l’allergia alla frutta a guscio?

Quando parliamo di frutta a guscio, ci riferiamo a tutta la categoria della frutta secca, che comprende una vastità di alimenti, tra cui:

  • Nocciole;
  • Arachidi;
  • Mandorle;
  • Pistacchi;
  • Noci;
  • Pinoli.

Quindi, l’allergia alla frutta a guscio è quella condizione che colpisce alcuni individui che, ingerendo questi alimenti o altri cibi che li contengono (come anche le barrette e/o gli snack), hanno delle reazioni allergiche anche gravi.

L’allergia alla frutta secca, di solito si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Reazioni sul tessuto cutaneo, come la dermatite allergica o l’orticaria;
  • Crisi respiratorie;
  • Vomito e diarrea;
  • Sensazione di prurito sulla bocca e sul palato;
  • Congestione nasale;
  • Vertigini.

Nei casi più gravi, soprattutto per quanto riguarda l’allergia agli arachidi, potrebbe avere luogo anche uno shock anafilattico che può avere un esito anche mortale.

Quali sono i test allergici per questa allergia?

Come avete visto, l’allergia alla frutta secca può avere dei sintomi invalidanti per la vita dell’individuo, addirittura anche mortali, come nel caso dello shock anafilattico. Per cui è indispensabile rivolgersi a un medico se pensate di avere questo tipo di allergia.

Nel momento in cui vi rivolgerete al vostro medico di famiglia, o all’allergologo, sicuramente verrete sottoposti ad alcuni test allergici, come i seguenti:

  • Prick test: il medico inietta una piccola quantità di allergene sotto la cute dell’avambraccio del paziente per vedere che tipo di reazioni si verificano.
  • Esame del sangue: consiste nel dosaggio delle immunoglobuline E, particolari anticorpi che entrano in gioco durante una reazione allergica.

Questi test possono essere fatti anche ai bambini, e, data la gravità dei sintomi, è opportuno che, se il vostro bambino risulta positivo a questa allergia, non venga mai più a contatto con la frutta secca.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons