Loading...

Vertigini: cosa sono?

Le vertigini sopraggiungono in una persona quando si ha la sensazione che non ci siano punti fermi nell’ambiente circostante e per questo si ha paura di cadere o non essere abbastanza stabili

Questo accade quando l’organo da cui dipende l’equilibrio viene intaccato negativamente. 

Esistono varie tipologie di vertigini. Vediamo insieme quali sono nel dettaglio.

Vertigini periferiche

Se il problema è causato dalla parte interna dell’orecchio, dove è presente l’apparato vestibolare, le vertigini prendono il nome di vertigini periferiche

Tra le cause che portano ad avere questo tipo di vertigini, possiamo riscontrare le seguenti. 

Il VPPB è la patologia più frequente: il calcio presente in questa zona del corpo va a formare delle palline che sfregano sull’apparato vestibolare causando le vertigini

Solitamente si crea a seguito di infezioni o infiammazioni dell’orecchio o spesso in seguito anche a traumi

La sindrome di Mènière fa aumentare il liquido presente nelle orecchie, responsabile dell’equilibrio

Se in quantità elevate potrebbe ostruire i passaggi che portano le segnalazioni al cervello. 

La labirintite riguarda l’orecchio infiammato che porta ad avere infezioni che mandano segnalazioni sbagliate al cervello

La neuronite vestibolare attacca i nervi, che trasmettono informazioni sbagliate al cervello. 

Vertigini centrali

Se vengono interessate le parti del cervelletto o del tronco encefalico, che formano una parte dell’apparato encefalico, invece, le vertigini prendono il nome di vertigini centrali.

Le cause sono molteplici: sclerosi multiplaemicranie di intensa gravità, tumori al cervelloictus e neurinoma acustico sono tutte patologie che intaccano il cervello e l’encefalo in generale. 

Per questi motivi si hanno informazioni sbagliate che il cervello non riesce a tradurre in maniera corretta. 

Inoltre anche l’assunzione di alcuni medicinali potrebbe portare al sopraggiungere delle vertigini centrali, stessa cosa per quelle periferiche

Come si manifestano?

Se si soffre di vertigini è possibile che si abbiano dei sintomi correlati

Sensazione di nauseavomito, giramenti e mal di testaassenza di udito e sudorazione sono solo alcuni di essi e variano da persona a persona. 

Solitamente la durata di un attacco di vertigini può essere di qualche secondo fino ad arrivare a qualche ora o, nei casi più gravi, possono passare giorni

Inoltre ci si può accorgere di stare per averle, mentre in alcuni pazienti l’attacco avviene di sorpresa

Come agire?

Consultandosi con il medico è bene dire tutto ciò che si ha durante questi attacchi in modo da agire al meglio. 

Successivamente si faranno degli esami mirati a capire quali sono nel particolare le problematiche: test alle orecchie e tac alla testa

In base a ciò si attuerà una cura specifica di farmacidiete da seguire o si potrebbe consigliare di andare da osteopati od otorini.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons