Loading...

10 segreti dell’industria del fast-food che non vi vogliono far sapere!

i segreti dei fast-foodJunk-food, fast-foot, chiamatelo come vi pare, rimane il fatto che siamo davanti ad una immangiabile schifezza, che dovrebbe rimanere lontana dalle nostre tavole il più possibile.

Quel che è peggio è che la situazione non è come sembra, è addirittura peggio.

Oggi vi sveliamo 10 segreti che l’industria degli hamburger e dei nuggets di pollo vi vuole tenere neascosti. 

10- contenuto in zuccheri: preparate un hamburger a casa. Buono, buonissimo, anche se costa di più e ci è voluto qualche minuto per prepararlo.

Sapete cosa però? Contiene la metà degli zuccheri contenuti in un hamburger medio di una delle grandi catene dei panini. La metà. 

9- Minerali e vitamine: ce ne sono tracce quasi trascurabili. Per trovare nutrienti adatti alla dieta di un adulto o di un bambino serve nel vero senso della parola un microscopio. Il BigMac? Grassi e zuccheri senza la traccia più remota di vitamine e minerali.

8- Un happy meal per favore: ve la ricordate la bambina che chiedeva, a dire il vero molto dolcemente, un Happy Meal? Dovrebbero portarla al SERT, poveretta.

Se chiede con tanta insistenza uno dei menu per bambini di uno dei gruppi più grandi della ristorazione e del fast-food, è perché la poveretta è ormai assuefatta agli zuccheri contenuti in queste preparazioni. In rapporto le versioni per bambini contengono esattamente il doppio di zuccheri rispetto a quelle per adulti.

7. Coloranti e additivi: potrete cuocerle quanto volete le patatine a casa, che non avranno mai quei colori brillanti e quel gusto caratteristico delle patatine del fast-food? Perché?

Perché dio solo lo sa cosa ci mettono dentro. Le liste di additivi cambiano di continuo, per schivare le leggi che li proibiscono. I problemi causati? Reazioni allergiche, danni agli organi del tratto digestivo e asma.

6. I dolci idrogenati: I grassi idrogenati sono il male. E di questo male le preparazioni dolci di queste catene sono piene zeppe. I grassi utilizzati infatti sono spesso e volentieri idrogenati, dato che sono più economici. Tanto a loro cosa interessa se vi verrà un infarto prima che compiate 40 anni?

5. Sale: in un panino medio c’è tanto sale che potremmo asciugarci un paio di prosciutti. Il perché? Sono più “gustosi” e vi invogliano ad ordinare una bibita in più.

Nel frattempo diventerete assuefatti a tali quantitativi di sale, che comincerete ad utilizzare anche a casa. Ipertensione a go-go, però loro hanno venduto, a spese del vostro cuore, mezzo litro di Cola in più.

4. 100% di profitto: sulle bibite i giganti del fast-food guadagnano circa il 100%. Somme incredibili, che vengono reinvestite in pubblicità da inserire tra un cartone animato e l’altro. Il vostro bambino diventerà un piccolo drogatello, e cominceremo a causare danni al suo fegato e alle sue arterie sin dalla più tenera età.

3. I grassi che scombussolano il cervello: avete mai mangiato un menù di quelli venduti da questi criminali? Dopo 20 minuti avrete ancora fame. Il perché è presto detto. Si tratta di grassi idrogenati, che sono in grado di farvi tornare l’appetito a stretto giro di posta. Non sappiamo se lo facciano apposta o meno. Rimane il fatto che dovreste rimanerne alla lontana.

2. E’ tutta una questione di marketing: tra un hamburger fatto in casa e uno comprato al Mc non c’è paragone. Dateli entrambi ad un bambino dopo aver debitamente tolto gli involucri e ogni riferimento al brand.

Il vostro bambino preferirà quello da voi confezionato: perché? Perché è tutta una questione di marketing. Se pubblicizzassero cibo avariato ogni 3 minuti in TV, diventerebbe buono anche quello.

1. 10 cucchiaini di zucchero: usate un dolcificante ipocalorico per il vostro caffè? Sappiate che in una Cola di un menù medio ci sono almeno 10 cucchiaini di zucchero, una quantità intollerabilmente alta di calorie non necessarie. Lasciate perdere anche le bibite gassate, anzi, nei fast-food non andateci proprio più.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons