Loading...

Antidepressivi: cosa sono?

Per comprendere appieno a cosa servano i farmaci antidepressivi, è bene fare prima un chiarimento su cosa siano la depressione e il disturbo bipolare, malattie legate all’ambiente psicologico della persona. 

La depressione: di cosa stiamo parlando?

La depressione è un disturbo psicologico che compromette l’intera vita di chi ne è affetto. 

Può verificarsi in molti modi, soprattutto con un pessimismo elevato, la scarsa autostima, disturbi legati al sonno e alle emozioni del soggetto interessato. 

La depressione può colpire tutti, soprattutto durante il periodo di crescita o durante l‘anzianità

Quando si tratta di persone avanti con l’età è più difficile accertarsi che soffrano di depressione, in quanto non esternano molto i loro sentimenti

Nelle ragazze e nelle donne si può parlare di PMS, ovvero depressione da sindome premestruale, o di depressione post-parto, entrambi i tipi scaturiti dagli ormoni

I vari tipi di depressione

Estitono varianti anche di questa malattia e la più significativa viene chiamata depressione unipolare: si riconosce grazie a più fattori, come quello genetico, in quanto può essere congenito, e porta a: scarsa voglia di dormirestudiare e impegnarsi nel fare qualunque cosa. 

La distimia coinvolge il paziente soprattutto a livello emotivo e i segni di questo tipo di depressione durano maggiormente. 

I disturbi bipolari, proprio come dice la sindrome, alternano stati di voler fare nulla ad altri dove si ha piena autostima di se stessi e si ha uno stato continuo di euforira e iperattività. 

Comunque, qualunque sia la patologia di cui si soffra, l’importante è capirla in tempo e reagire al fine di migliorare la condizione di chi ne è affetto. 

Perchè si può avere la depressione?

Per capire appieno la problematica della depressione, dobbiamo parlare dei neuroni e dei neurotrasmettitori dove serotoninadopamina e noradrenalina vengono recepiti e poi espulsi in base a date sollecitazioni. 

Secondo gli studiosi, però, la ragione della nascita di questa patologia è ancora incerta, quindi si sono formulate più ipotesi

La prima teoria afferma che la depressione sia data dai recettori che raccolgono gli stimoli dati dai neuroni, ed è chiamata ipotesi della sensibilità dei recettori. 

Un’altra idea è quella riguardante lo scarso equilibrio tra noradrenalina e seratonina dove quest’ultima, se in quantità minori, deve essere per forza bilanciata dalla NA. 

Data un’altra ipotesi, tutte le molecole dei neurotrasmettitori sarebbero il motivo della nascita della depressione: questa è l’idea di maggiore successo, in quanto i farmaci per curarla incrementano la loro diffusione nel sistema nervoso. 

Secondo molti studiosi, la causa della depressione potrebbe dipendere anche da un fattore ormonale, soprattutto durante la pubertà

Gli antidepressivi

Bisogna saper sconfiggere la depressione e, proprio per questo, entrano in gioco dei medicinali pensati appositamente per questo disturbo. 

farmaci antidepressivi cominicarono ad essere utilizzati soprattutto dopo il 1970-1980 e vennero etichettati in base alla loro funzione. 

I farmaci TCA vietano la captazione di serotonina e noradrenalina, ma hanno tantissimi effetti collaterali e per questo non vengono quasi più utilizzati. 

Gli SSRI cessano la creazione di serotonina. 

Gli NSRI limitano la produzione di serotonina e noradrenalina, ma hanno meno controindicazioni rispetto al TCA

NaRI controllano la noradrenalina. 

L’iperico, o erba di San Giovanni, aiuta la produzione di noradrenalina e dopamina, dano effetti benefici, stabilizzando la serotonina. 

Per curare il bipolarismo, infine, vengono utilizzati dei farmaci che aiutano ad equilibrare le emozioni del paziente. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons