Loading...

Carico mentale: come gestirlo?

L’espressione carico mentale, sembra aver risposto perfettamente al bisogno di dare un nome a qualcosa che era già lì da molto tempo, ma che non si sapeva come chiamare.

È stata soprattutto la fumettista francese Emma a parlarne nel modo più efficace nel suo volume illustrato “Bastava chiedere!”, che ha fatto il boom in moltissimi Paesi.

Ma cos’è di preciso il carico mentale? E soprattutto, come possiamo imparare non solo a conviverci al meglio, ma ad alleggerirlo? Vediamolo insieme.

Carico mentale: perché è così pesante?

Quando si parla di carico mentale, ci si riferisce soprattutto a persone che lavorano, hanno figli, un partner e una vita piena di impegni e cose da fare. La cosa in comune? Sono soprattutto donne.

Proprio così. Per questioni socio-culturali, sono loro ad occuparsi del maggior numero di aspetti relativamente alla corretta gestione di casa, famiglia e spesso anche al lavoro.

Il carico mentale è, dunque, tutta quella montagna, invisibile ma pesante, di cose da ricordare, scadenze da rispettare, piccole o grandi faccende da sbrigare e via discorrendo.

Così pesante che a volte la mente si ingolfa, fino ad esporsi nei casi peggiori al rischio di burnout o esaurimento nervoso. Occorre un cambiamento, per il bene di tutti. E questo passa, soprattutto, per due aspetti.

L’importanza di definire i limiti

Imparare a delegare è fondamentale. Le donne sono esse stesse, inconsapevolmente, co-responsabili della situazione, nel momento in cui ritengono che i loro partner non possano eguagliarle nella gestione di quanto citato sopra.

Occorre imparare a chiedere aiuto nella condivisione dei compiti e crederci davvero, senza rinfacciare né attaccare quando la mano che si riceve non è della qualità che ci si aspettava.

Serve anche prendere la buona abitudine di ritagliarsi dei momenti solo per se stesse, senza porre il proprio benessere sempre dopo qualcos’altro di più urgente o importante.

Una mezz’oretta da sole, facendo ciò che più piace, un po’ di sport, meditazione, una chiacchierata con le amiche, dimenticandosi per un momento di tutto il resto, alleggeriscono la mente. E niente paura: il mondo non crolla se ci si ferma per un momento. Provare per credere. Oggi, non domani.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons