Loading...

Creme nere alla liquirizia: potere antiossidante

La liquirizia è una pianta spontanea utilizzata da secoli per la cura del corpo.

Gli antichi egizi, ad esempio, la adoperavano come erba terapeutica contro la tosse o disturbi gastrointestinali.

In tempi recenti l’estratto di liquirizia è diventato anche un efficace prodotto cosmetico.

Proprietà benefiche della liquirizia

La liquirizia è composta principalmente dalla glicirrizina, un principio attivo che le dona una potente azione antinfiammatoria e antivirale. Inoltre contiene vitamina B e E, calcio, magnesio, potassio e beta-carotene che le conferiscono numerosi effetti benefici, soprattutto per la pelle:

  • Combatte le macchie cutanee riducendo la produzione di melanina;
  • Ha un effetto lenitivo. È ottima, ad esempio, per curare le bruciature procurate dall’esposizione eccessiva al sole durante l’estate;
  • E’ un cicatrizzante naturale. Viene utilizzato come ingrediente di creme e pomate per combattere gonfiore e prurito procurati da disturbi della pelle quali acne, psoriasi e dermatiti;
  • Contiene dei principi attivi che eliminano le tossine presenti nella cute, restituendone luminosità. Viene infatti usato per produrre maschere purificanti per le pelli impure;
  • Stimola la crescita dei capelli, li rende più belli, sani e forti e previene la forfora.

Il potere antiossidante della liquirizia

Tra i vari benefici vantati dalla liquirizia, il suo potere antiossidante merita un commento a parte. L’estratto di liquirizia produce delle sostanze che combattono i radicali liberi, rallentando l’invecchiamento cellulare.

Le creme nere alla liquirizia sono utilizzate come sieri anti-age oppure per il contorno occhi (anche nella versione roll-on o patch), per ridurre le cosiddette “zampe da gallina”, le occhiaie da panda e le borse più ostili.

Quando evitare l’uso della liquirizia

Il consumo di liquirizia in quantità eccessive è pericoloso in gravidanza. In casi estremi può causare aborti spontanei o parti prematuri. Uno studio dell’Università di Helsinki ha messo in evidenza gli effetti nocivi sullo sviluppo del feto: in particolare può danneggiare le facoltà cognitive del neonato.

Coloro che soffrono di malattie cardiache e ipertensione dovrebbero evitare l’utilizzo di liquirizia per non incorrere in disturbi come aritmia o insufficienza cardiaca. Gli uomini possono essere soggetti ad un calo del desiderio sessuale, poiché la liquirizia può alterare i livelli di testosterone.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons