Loading...

Dipendenza affettiva: in cosa consiste?

La dipendenza affettiva è definibile come uno stato patologico in cui la relazione di coppia è vissuta come condizione unicaindispensabile e necessaria per la propria esistenza.

Proprio perchè si tratta di una coppia, è bene osservare entrambe le persoe interessate che sono il dipendente e colui che fa dipendere da esso. 

Quali sono i problemi che potrebbero insorgere nelle persone interessate?

Durante la fase di innamoamento, è naturale che si sviluppi una sorta di dipendenza affettiva con il partner, in quanto l’attrazione sia fisica e mentale dei primi periodi giocano a suo favore. 

Quando, però, l’amore passa allo step successivo, si cominciano ad avere i propri spazi senza aver il bisogno di coinvolgere l’altro ogni volta che si fa o si dice qualcosa. 

Se questa condizione non persiste, però, allora si avrà un caso di dipendenza affettiva, che potrebbe compromettere in maniera ossessiva l’umore della persona dipendente, causando dolore a livello emotivo e mancanza dell’altra persona. 

Perchè è pericoloso soffrire di dipendenza affettiva?

Secondo molti studi questo stile di vita si ripercuote negativamente sull’esistenza della persona interessata, in quanto vedrà e percepirà ogni sua azione in modo banale e anonimo. 

Questa condizione è sfavorevole in quanto il rapporto che si avrà con il proprio compagno sarà venefico e quindi, anche non amando più la persona con cui si sta, si avrà bisogno sempre della sua presenza e si soffrirà quando questo non potrà accadere. 

Perchè c’è il rischio di dipendere da qualcuno?

Sappiamo che il cervello implica la possibilità di svolgere le azioni. 

La dopamina interessa la condizione nella quale si creano giochi di dipendenza, come quella affettiva, dove il cervello impara a secernere questo tipo di neurotrasmettittore in base a chi abbiamo intorno e ai loro modi di comportarsi. 

Un altro caso di dipendenza affettiva potrebbe dipendere da una condizione familiare in cui ci sono stati dei traumi a causa di violenze e quindi si cerca chi potrebbe prendersi cura di sè. 

Inoltre, data la costante paura dell’abbandono data da patologie già presenti nel soggetto interessato, si ha sempre il panico di restare soli ed essere rimpiazzati. 

Come possiamo riconoscere i segni di una dipendenza affettiva?

Per prima cosa si è completamente dipendenti dall’altra persona, basando ogni proprio pensiero e gesto in relazione ad essa. 

La paura di restare da soli influenza ogni gesto della persona dipendente che ha un’estrema necessità di avere il proprio compagno costantemente nella sua vita altrimenti si potrebbe incappare in reazioni non positive. 

Inoltre, come già detto, si avrà una dipendenza in tutto ciò che si fa e anche per le cose più banali si avrà bisogno del consenso del proprio fidanzato. 

Si possono avere conseguenze come il soffocamento dell’ira, numerose crisi e la solitudine continua ogni volta che non si sta con il proprio partner. 

Proprio per questo i fini di questa dipendenza sono altamente sconsigliati, in quanto si lascerebbe troppo andare la propria condizione per pensare all’altro, lasciandosi gestire e diventanto morbosi nei confronti del fidanzato. 

In casi più estremi, la dipendenza affettiva potrebbe portare alla depressione e a casi di suicidio, oltre che ad abusi e al voler completamente controllare il proprio partner. 

Perchè rivolgersi al medico?

Innanzitutto la dipendenza affettiva deve essere diagnosticata per essere curata. Una volta appurata questa condizione, si dovrà seguire una cura precisa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons