Loading...

Riso e salute dell’intestino: la guida

Il riso è uno dei cereali più noti e utilizzati al mondo. Appartiene alla famiglia delle graminacee e si differenzia in numerose varietà. Queste si distinguono per caratteristiche come la grandezza o il colore del chicco, il grado di raffinazione, etc.

In particolare, ciascun tipo di riso ha delle caratteristiche nutritive specifiche, rendendolo adatto a diversi utilizzi. Il riso rosso, ad esempio, è indicato in caso di ipercolesterolemia, riducendo i livelli di colesterolo LDL. Quello basmati è poco calorico e quindi utilizzato nelle diete ipocaloriche.

In caso di diarrea è indicato mangiare riso brillato, poiché l’amido in esso contenuto ha un effetto astringente. Il riso parboiled, invece, stimola il metabolismo. Insomma, questo cereale dalle mille proprietà ha una soluzione per ogni problema.

Riso integrale: alleato del colon

Tra le diverse varietà coltivate, il riso integrale è quello che più favorisce la salute del nostro intestino. Il motivo è dovuto al fatto che questa tipologia non subisce raffinazioni (a differenza di quello bianco) e quindi conserva i suoi nutrienti. Lo stesso vale per il riso nero, o riso Venere.

Tra i nutrienti, oltre alle vitamine e ai minerali, spiccano le fibre alimentari. Assumendo una giusta quantità di riso integrale si favorisce la regolarità intestinale. Di conseguenza è particolarmente indicato a chi ha problemi di stitichezza.

Più in generale, una corretta funzionalità dell’intestino permette all’organismo di disintossicarsi. Anche i sali minerali contenuti nel riso integrale favoriscono l’eliminazione delle tossine. Inoltre, non contiene glutine e quindi può essere mangiato anche dai celiaci.

Un rimedio contro la colite

La sindrome del colon irritabile, comunemente chiamata colite, è un’infiammazione del colon che può essere temporanea o cronica, e quindi può manifestarsi in più occasioni.

Tra i sintomi comuni ci sono dolori nella zona addominale, diarrea, stipsi e/o gas intestinali. In questi casi l’alimentazione gioca un ruolo decisivo. Con il cibo bisogna reintegrare i liquidi persi (diarrea) o favorire l’evacuazione (stipsi).

Proprio per questo il riso rappresenta un alimento immancabile nelle diete in caso di colite. Da un lato ha un potere astringente e dall’altro favorisce la regolarità intestinale. L’importante è scegliere la giusta varietà in base ai sintomi che si hanno.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons