Loading...

I pericoli dei piercing: è vero che abbassano le difese immunitarie?

I piercing sono ormai una pratica abbastanza diffusa nella nostra società. Tuttavia ci sono ancora alcune credenze popolari secondo cui farsi piercing e tatuaggi danneggiano la salute.

Queste teorie sono in parte vere: la salute infatti non è messa in pericolo dal piercing in sé, ma da fattori che possono compromettere la sua corretta esecuzione, come l’inesperienza del piercer o la scarsa igiene.

Esiste una credenza dura a morire secondo cui i piercing abbassano le difese immunitarie. La scienza conferma questa ipotesi?

Qual è la relazione tra piercing e sistema immunitario?

Uno studio della University of Alabama ha analizzato la relazione tra piercing e sistema immunitario. Occorre innanzitutto fare una distinzione tra chi si fa un piercing per la prima volta e un veterano.

I ricercatori hanno tenuto d’occhio i livelli di immunoglobulina A, una delle molecole che attiva la risposta immunitaria dell’organismo umano. L’analisi ha dimostrato che chi si sottopone a più piercing o tatuaggi aumenta il livello di immunoglobulina A nel corpo.

La spiegazione sta nel fatto che il nostro sistema immunitario, dopo un’iniziale resistenza, si adatta alle situazioni di stress, rafforzando la sua risposta.

È la stessa logica delle vaccinazioni: il corpo sviluppa una memoria contro quell’elemento esterno e la sua reazione in futuro sarà più efficace. In conclusione, i piercing non solo non abbassano le difese immunitarie, ma possono addirittura rafforzarle.

Fare un piercing può essere pericoloso solo se si ha un sistema immunitario già indebolito, ad esempio se affetti da HIV o se sottoposti a terapie come la chemioterapia.

Quali sono i veri rischi dei piercing?

Il pericolo più diffuso è l’infezione batterica, che si può evitare utilizzando materiale sterile per i piercing: aghi monouso, guanti usa e getta, ecc. L’igiene dello studio è un requisito fondamentale per non imbattersi in questa sfortunata fatalità.

Possono verificarsi anche altri danni legati alla perforazione:

  • sanguinamento;
  • gonfiore della pelle attorno al foro;
  • cicatrici profonde;
  • reazioni allergiche. Quella più comune è quella al nichel;
  • ferite o traumi, ad esempio stress da urto.

Per tutti questi disagi elencati ci si deve rivolgere prima al proprio piercer di fiducia e, nei casi più gravi, ad un medico che ha le competenze adeguate per risolvere la situazione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons