Loading...

I pericoli dei tatuaggi: fanno male alla salute?

Al giorno d’oggi, farsi un tatuaggio è diventata una pratica molto comune e abbastanza sicura. Ciò non esclude che vi possano essere delle complicanze e dei rischi che è bene non sottovalutare.

Il tatuaggio va considerato una vera e propria ferita, in quanto la pelle viene letteralmente bucata con degli aghi. Si tratta di un piccolo intervento chirurgico e come tale, può presentare delle controindicazioni.

Condizioni di sicurezza

La sicurezza e la riuscita dell’intervento risiedono in diversi fattori. Innanzitutto, di fondamentale importanza, sono le condizioni igienico-sanitarie dello studio, del personale e degli strumenti che verranno utilizzati per l’esecuzione.

L’ambiente in cui ci si sottopone alla seduta, deve assomigliare quasi ad una sala operatoria, perfettamente pulito e igienizzato. Pavimenti e pareti devono risultare a norma e permettere una pulizia profonda. Se lo studio vi sembra fatiscente o sporco, scappate!

Inoltre, lo studio deve essere dotato di almeno un macchinario sterilizzatore. Alcuni strumenti come aghi, guanti e inchiostri dovranno essere tassativamente monouso.

In ogni caso, anche se le condizioni sono ottimali, ci sarà sempre una piccola percentuale di rischio. Infatti, prima di sottoporsi ad un tatuaggio, bisogna sottoscrivere una liberatoria.

I rischi

I rischi che possono presentarsi più frequentemente sono:

  • Infezioni;
  • Reazioni allergiche;
  • Irritazioni;
  • Malattie infettive.

Vediamo nello specifico come e quando possono verificarsi.

Infezioni

Il tatuaggio è una vera e propria ferita aperta quindi può essere attaccata da batteri, virus e funghi. Il rischio di contrarre infezioni sarà maggiore in un ambiente poco a norma e con strumenti non sterilizzati.

Inoltre, anche la cura del tatuaggio post esecuzione, gioca un ruolo fondamentale.

Generalmente i sintomi di infezione sono: dolore, rossore, gonfiore e in alcuni casi la presenza di pus. Si raccomanda di utilizzare una crema antibatterica/antibiotica e rivolgersi ad un medico.

Reazioni allergiche

È possibile essere allergici al lattice dei guanti senza saperlo oppure ai pigmenti dell’inchiostro, soprattutto a quelli colorati. L’allergia potrebbe manifestarsi con rossore e prurito e in questo caso bisognerebbe rivolgersi ad un medico.

Irritazioni

Le irritazioni sono molto comuni e sono per lo più legate alla pelle molto sensibile. Il rossore e il gonfiore spariscono dopo qualche giorno.

Malattie infettive

Il rischio più serio ma per fortuna più raro è quello di contrarre una malattia infettiva come Epatite, HIV, Tetano, quindi assicuratevi prima delle condizioni igienico-sanitarie dello studio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons