Loading...

L’apatia: cos’è e cosa causa

Per apatia si intende quella condizione psicologica in cui una persona non riesce ad interessarsi ad alcuna cosa in particolare, finendo con l’apparire priva di sentimenti.

La prima categoria colpita da questo stato è il rapporto con glialtri individui, infatti una persona apatica non solo non è interessata a conoscere nuove persone, ma non prova interesse neanche nel far durare i legami già instaurati.

Da dove nasce l’apatia?

Nonostante si possa pensare che l’apatia sia unicamente una conseguenza di uno stato depressivo dell’individuo, ci sono molte altre ragioni che possono portare a questa situazione.

È comune diventare apatici in seguito a malattie come l’Alzheimer o il Parkinson, oppure dopo aver contratto un ictus o un tumore particolarmente invasivo, come quelli endocranici.

Riguardo questo ultimo argomento, diversi studi abbastanza recenti hanno testimoniato che c’è un collegamento tra il danneggiamento di determinate zone del cranio, in particolare il lobo frontale, e la manifestazione dell’apatia.

Inoltre l’assunzione di droga ed alcol facilita notevolmente la comparsa dello stato apatico.

Quali sono le conseguenze?

Come detto in precedenza, il sintomo principale di questa condizione psicologica è la totale assenza di motivazione verso qualsiasi cosa.

Ma diciamo che questa definizione è abbastanza forzata, in quanto i sintomi successivi all’apatia sono numerosi e vanno a colpire diversi campi.

Una persona che soffre di apatia appare come un guscio vuotosenza energie e senza voglia di fare nulla.

Queste persone scariche non riescono a trovare un motivo per andare avanti e fare nuove esperienze, sia personali che sociali.

Quindi questo non riuscire ad instaurare nuovi legami crea dei problemi in tutti quei contesti in cui ciò è essenziale, come nel lavoro.

Non bisogna, tuttavia, confondere l’apatia con la depressione, poichè mentre un soggetto depresso manifesta disperazionetendenze suicide, l’apatico non è interessato neanche a quello.

Come si diagnostica l’apatia?

Come ogni malattia psicologica, l’apatia non si può autodiagnosticare in base alle sensazioni personali.

Bisognerà, infatti, rivolgersi ad una figura specializzata che, dopo una serie di quesiti e di analisi, deciderà se il paziente soffre di apatia.

In caso di diagnosi, i modi per curare questo stato psicologico sono diversi, in base alla causa scatenante.

In generale il modo più efficace per eliminare l’apatia sta nel socializzare e fare esperienze che potrebbero dare una motivazione per andare avanti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons