Loading...

Piaghe da decubito: come prendersene cura

Le piaghe da decubito sono delle alterazioni del corpo che si verificano nelle persone con scarsa se non assente mobilità. Sulla pelle viene così esercitata una pressione costante a cui si aggiungono sfregamento e umidità ristagnante.

Di conseguenza, nella zona interessata si possono creare delle vere e proprie ulcere. Lo stato di immobilità (a letto o su una sedia a rotelle) può essere, ad esempio, una conseguenza di una patologia come l’obesità, di uno stato di coma o di paralisi.

Le piaghe insorgono indistintamente in giovani e anziani. Quest’ultimi, tuttavia, corrono rischi maggiori perché la pelle col passare dell’età si assottiglia.

Un rischio legato alle piaghe da decubito è quello di un’infezione che può diffondersi anche altrove. Per questo è importante prevenire l’insorgenza delle piaghe. Allo stesso modo è necessario prendersene cura per evitare che peggiorino.

Piaghe da decubito: come intervenire

Uno dei primi interventi da fare è quello di diminuire la pressione sulla zona in questione. Ciò è possibile modificando di frequente la posizione del soggetto. Se allettato, va riposizionato ogni 1-2 ore; se sulla sedia a rotelle ogni ora.

Il riposizionamento deve avvenire con cura, evitando di frizionare la zona. Inoltre si possono utilizzare delle imbottiture apposite per proteggere le zone più sporgenti del corpo (maggiormente a rischio di piaghe) o dei materassi specifici.

Se l’individuo ha già sviluppato delle lesioni della pelle, è importante che queste vengano pulite, disinfettate e bendate accuratamente. Eventuali infezioni vanno curate con antibiotici.

In alcuni casi è sufficiente applicare un antibiotico localmente. In casi più gravi, se l’infezione si è estesa, può essere necessario somministrare un antibiotico per via orale o endovenosa.

Piaghe da decubito: altri rimedi

Intervenire sul dolore. Le piaghe potrebbero essere molto dolorose per l’individuo. Per alleviarlo vanno utilizzati farmaci appositi, come il paracetamolo o antinfiammatori. Vanno evitati invece gli oppioidi che favoriscono l’immobilità.

L’alimentazione è un altro elemento importante nella cura delle piaghe. Spesso le persone allettate sono denutrite. È necessario che seguano una dieta corretta, con integrazione dei liquidi che potrebbero essere dispersi tramite le piaghe.

Infine, in caso di piaghe complesse, può essere necessario un intervento chirurgico. L’intervento consiste in un innesto di cute e muscoli, ossia in un trapianto di tessuti sani, per richiudere la piaga e favorirne la guarigione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons