Loading...

Sciatalgia: 3 esercizi che aiutano a stare meglio

La sciatalgia è un disturbo che affligge diverse persone e che in alcuni casi può diventare un vero e proprio incubo. Si tratta di un dolore più o meno intenso, che può essere accompagnato da intorpidimento, formicolio e debolezza muscolare, a carico del nervo sciatico.

Lo sciatico, o ischiatico, è un nervo che parte dalla base della schiena e giunge sino al piede passando per il gluteo, la porzione posteriore della coscia e le zone anteriori, laterali e posteriori della gamba. Non a caso vince il primato del nervo più lungo del nostro corpo!

La compressione del nervo, dovuta a cause come postura errata, inattività, carichi fisici eccessivi o scorretti, patologie dell’area lombo-sacrale della colonna vertebrale, determina la sciatalgia. Per fortuna ci sono diversi esercizi che aiutano a ridurre il dolore. Scopriamoli insieme!

Stretching per la schiena

Prima di tutto è necessario fare una premessa. Gli esercizi che ti presentiamo sono utili per ridurre la sintomatologia della sciatalgia, ma vanno eseguiti correttamente. Se si è nella fase acuta della sciatalgia è indicato recarsi prima da un professionista (osteopata, fisioterapista, ect.).

Il primo esercizio utile è l’allungamento della schiena e può essere fatto più volte a settimana. Prendi un tappetino e inginocchiati sedendoti sui talloni. Distendi le braccia in avanti, poggiandole sul tappetino, e lentamente stendi il più possibile la schiena fino a sentire una leggera (ma non dolorosa) tensione a livello delle ascelle e dei lati del torace.

Un altro esercizio per distendere la colonna vertebrale consiste nello sdraiarsi su un tappetino in posizione supina, piegando le gambe e cercando di portarle al petto tenendole con le mani. Anche qui è importante respirare a fondo.

Allungamento del muscolo piriforme

Il muscolo piriforme interessa la zona del gluteo ed è tra le cause della compressione del nervo sciatico. Per questo imparare ad allungarlo può ridurre i sintomi della sciatalgia.

Sdraiati su un tappetino in posizione supina e, partendo dal lato che ti duole, solleva la gamba e piega il ginocchio verso l’esterno in modo che il piede della stessa gamba poggi sul ginocchio opposto.

Con l’aiuto delle mani avvicina la gamba che sta a terra al petto. Resta in posizione per 30 secondi circa e poi ripeti dall’altro lato. Ricorda che dovrai percepire una tensione (a livello del gluteo e della coscia), ma non un dolore.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons