Loading...

Tiroide: come influenza la nostra salute e il nostro benessere (Seconda Parte)

Per tenere sotto controllo il peso e la salute è necessario seguire un corretto regime alimentare e fare attività fisica. Tuttavia vi sono stati casi accertati in cui un aumento eccessivo o una diminuzione del peso corporeo si attribuivano a una disfunzione della tiroide.

Semplificando le reazioni chimiche e ormonali, devi sapere che gli ormoni tiroidei regolano il consumo di energia per il metabolismo energetico e il processo potrebbe portare a squilibri e concentrazioni disomogenee del tessuto adiposo.

Altre conseguenze sul corpo

Tra i sintomi minori di patologie tiroidee troviamo esempi che spesso possono provocare gravi disagi o allarmarci. Capita altrettanto spesso di non dargli peso attribuendo il problema ad altre cause, come lo stress o la stagione.

Esempio classico è la caduta dei capelli: la tiroxina, un ormone tiroideo, contribuisce allo sviluppo di un sano bulbo dei follicoli piliferi, per cui i capelli cresceranno sani e forti. In caso di alterazione, potresti notare indebolimento dei capelli, che diventano radi e sottili e cadono.

Presta attenzione anche alla tua pelle, poiché in caso di squilibrio potrebbe apparire fredda, secca e pallida. Al contrario, in caso di ipertiroidismo, la pelle potrebbe apparire tipicamente arrossata e sudata (presta attenzione anche all’iperidrosi).

Osserva anche la reazione del tuo corpo agli stimoli di temperatura e alle sensazioni di calore o di freddo. Monitora il ciclo mestruale e la motilità intestinale, se hai dolori, problemi con la pressione sanguigna o alterazioni del sonno.

Alcuni suggerimenti

Come hai visto, la tiroide, anche se è così piccola e apparentemente semplice nel suo funzionamento, va a influire su tantissimi processi e sul buon funzionamento del nostro organismo. (Se ti sei perso la prima parte, la trovi qui).

Una buona regola è quella di confrontarsi col medico che, in caso di necessità, potrà prescrivere delle analisi del sangue. Eventualmente potrebbe suggerire di affidarsi a uno specialista che a sua volta eseguirà degli esami clinici.

Gli esami non sono invasivi o dolorosi, ma possono evidenziare da subito piccole problematiche alle quali potrebbero seguire terapie farmacologiche o esami più approfonditi. Presta sempre attenzione ai segnali che il tuo corpo ti invia e considerali in maniera tempestiva. Come in ogni patologia, con una buona e precoce diagnosi, è possibile intervenire in maniera risolutiva.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Viverealmeglio.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons